giovedì 14 gennaio 2016

Farmaci per il raffreddore in gravidanza

Hai il raffreddore in gravidanza? Leggi come curarti con i consiglii di Antonio Clavenna, responsabile dell'Unità di   farmacoepidemiologia del Laboratorio per la salute materno-infantile dell'Istituto Mario Negri di Milano.

l raffreddore è una delle infezioni più comuni che possono presentarsi in gravidanza, e in genere si risolve da solo nel giro di pochi giorni. A volte, però, può essere complicato da infezioni batteriche, che provocano altre malattie (otite, sinusite, faringite, bronchite).
SPRAY NASALI, ANTIBIOTICI E RIMEDI NATURALI
Non esistono farmaci in grado di "curare" il raffreddore. Al massimo, alcuni prodotti possono alleviare certi sintomi. Per liberare il naso chiuso, si può usare uno spray nasale ad azione decongestionante. Secondo le indicazioni dell'Agenzia italiana del farmaco, però, questi spray - come pure i decongestionanti orali - possono essere usati solo saltuariamente, in quanto se presi ad alte dosi e in modo ripetuto possono interferire con la circolazione utero-placentare. Per altro, gli spray nasali dovrebbero usati il minimo indispensabile da tutti, perché la loro azione vasocostrittrice nel tempo può danneggiare la mucosa nasale.
Per alleviare i fastidi, quindi, meglio qualche piccolo accorgimento "domestico": sì al riposo, a una giusta idratazione (bevi spesso), a tanta frutta e verdura, ricche di vitamine e sali minerali, a lvaggi nasali e  suffumigi con acqua bollente più sale grosso o bicarbonato. Sì anche ad aerosol con semplice soluzione fisiologica (senza l’aggiunta di medicinali), che aiutano a sciogliere il muco.
A meno che il raffreddore non sia complicato da un'infezione batterica (se e accerterà il medico), gli antibiotici sono da evitare.