martedì 29 agosto 2017

Non esiste la madre perfetta, ma si può essere una buona madre

Insegnerai a Volare, ma non voleranno il Tuo Volo.
Insegnerai a Sognare, ma non sogneranno il Tuo Sogno.
Insegnerai a Vivere, ma non vivranno la Tua Vita.
Ma in ogni Volo, in ogni Sogno e in ogni Vita,
rimarrà per sempre l’impronta dell’ insegnamento ricevuto.
Madre Teresa di Calcutta


A volte è davvero difficile diventare madre”.
Sì, ne vale la pena. Sì, è l’esperienza più importante che una donna può arrivare a vivere. Sì, niente vi segna di più che il momento in cui sosterrete finalmente tra le vostre braccia il figlio che è appena uscito da voi, deliziosamente sporco, umido, caldo, che vi guarda negli occhi come per dire: ti conosco.
Tuttavia, è difficile. E non solo perché non si dorme più, per il travaglio, per le cure di cui ha bisogno un neonato (così piccolo e così intelligente), né per il mix di ormoni che vi lascerà totalmente in subbuglio per diverse settimane dopo il parto.
Non dipende nemmeno dalla mancanza di esperienza e dall’incertezza su come lo stiate crescendo, né i dubbi e i commenti dei familiari, buoni sì, ma che non fanno altro che aumentare la vostra insicurezza e le vostre paure.
E’ molto più di questo. E’ la rottura con la propria identità, con quello che fino a quel momento vi aveva definite: i vostri progetti, le vostre ambizioni, il vostro lavoro, i vostri amici, il vostro corpo e tutto ciò che dicevate vostro. Il vostro tempo, la vostra vita
continua su:
https://lamenteemeravigliosa.it/non-esiste-la-madre-perfetta-ma-si-puo-essere-una-buona-madre/